Una “sorta di scudo” per le aziende virtuose: così, nell’articolo intitolato “Imprese chiamate a fare il tagliando ai modelli «231»”, Il Sole 24 Ore ha appunto definito l’utilizzo di un adeguato Modello organizzativo 231, aprendo un’ulteriore riflessione sulla modifica del Codice penale a seguito del recepimento della direttiva UE sulla lotta al riciclaggio.

È questo il fronte sul quale Q-AID, attraverso l’Attestazione del Sistema di Gestione e Controllo 231, sostiene le imprese nel percorso di adozione di un idoneo e aggiornato Modello organizzativo 231, reso ancor più necessario in seguito all’ampliamento ‑ introdotto recentemente dal D.Lgs. 8 novembre 2021 n. 195 ‑ del novero dei reati presupposto dei delitti di ricettazione, riciclaggio, autoriciclaggio e impiego di beni o utilità di provenienza illecita, che ora includono anche le contravvenzioni e i delitti colposi.