Certificazione sull’accessibilità delle strutture ricettive e degli impianti sportivi – UNI PdR 131

Certificazione sull’accessibilità delle strutture ricettive e degli impianti sportivi

UNI PdR 131

La Prassi di riferimento UNI/PdR 131, emanata da UNI nel 2023, fornisce agli operatori delle strutture ricettive e degli impianti sportivi i requisiti minimi per l’accessibilità dei servizi offerti.

La conformità alla prassi PdR 131 è raggiunta nel momento in cui si totalizza un punteggio superiore al 70% per ogni macro requisito.

SOGGETTI CHE POSSONO RICHIEDERE LA CERTIFICAZIONE

• esercizi alberghieri;
• esercizi extra alberghieri;
• stabilimenti termali;
• stabilimenti balneari;
• strutture dirette allo svolgimento di attività sportive.

PERCHÉ CERTIFICARSI UNI PdR 131

• dimostrazione di possedere i requisiti per le varie forme di disabilità
• favorire lo sviluppo dell’offerta turistica rivolta alle persone con disabilità;
• favorire l’inclusione sociale;
• favorire la diversificazione dell’offerta turistica;
• far acquisire maggiore visibilità alle strutture accessibili;
• Certificazione finanziata dal Ministero del Turismo di concerto con il Ministro per le disabilità, pari a 6 milioni di euro all’ anno per 3 anni per le attività di certificazione. Decreto interministeriale 19/04/2022 Prot. 5323/22

DESTINATARI

• Imprese pubbliche e private;
• Unità locali italiane di organizzazioni estere.

VANTAGGI

• Inserimento nel portale del Ministero del Turismo come struttura accessibile
• Attrattività presso gli agenti turistici
• Facilità di reperimento informazioni sulle caratteristiche della struttura

ITER DI CERTIFICAZIONE

Richiesta di offerta da inoltrare a Q-AID Assessment & Certification (Organismo accreditato ACCREDIA).

La certificazione segue le regole della certificazione di prodotto ed ha valenza triennale con sorveglianze annuali.

Durante gli Audit saranno verificati i seguenti punti:
• che l’Organizzazione sia in possesso dei requisiti fondamentali riguardanti l’accessibilità;
• la formazione a tutto il personale della struttura;
• presenza dei requisiti funzionali comuni per l’ambiente costruito.

Inoltre, a seconda del destinatario della certificazione saranno effettuate specifiche richieste in sede di audit.

RIFERIMENTI NORMATIVI

• UNI PdR 131: Accessibilità dei servizi offerti da strutture ricettive e impianti sportivi – Requisiti
• UNI CEI EN ISO/IEC 17065 Valutazione della conformità – Requisiti per organismi che certificano prodotti, processi e servizi;
• UNI ISO 21902 Turismo e servizi correlati – Turismo accessibile per tutti – Requisiti e raccomandazioni;
• UNI CEI EN 17210 Accessibilità e usabilità dell’ambiente costruito – Requisiti funzionali;
• UNI EN 13200-1 Installazioni per spettatori – Parte 1: Caratteristiche generali degli spazi di osservazione per spettatori;
• UNI/PdR 92 Stabilimenti balneari – Linee guida per la sostenibilità ambientale, l’accessibilità, la qualità e la sicurezza dei servizi.