Installatore e Manutentore Porte e Finestre resistenti al fuoco UNI 11473-3

Installatore e Manutentore di porte e finestre resistenti al fuoco

UNI 11473-3

La norma UNI 11473-3 definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza dell’installatore e/o manutentore di porte e finestre apribili resistenti al fuoco, ossia del soggetto operante professionalmente nell’ambito della relativa installazione e/o manutenzione in edifici sia di nuova costruzione che esistenti.
L’obiettivo della norma è garantire l’efficienza operativa e assicurare l’efficace posa in opera del serramento.

La norma individua i seguenti 2 livelli professionali: Installatore e Manutentore, che si suddividono in 2 specializzazioni in base ai compiti svolti:

• Installatore addetto esecutivo
• Installatore responsabile interventi
• Manutentore addetto esecutivo
• Manutentore responsabile interventi

PERCHÉ CERTIFICARSI UNI 11473-3

In un mercato estremamente competitivo come quello dell’edilizia civile e industriale, i serramenti resistenti al fuoco rivestono un ruolo fondamentale e le competenze certificate ricoprono sicuramente una garanzia di qualità.
La Certificazione secondo la norma UNI 11473-3 è per esempio spesso richiesta per gestire e partecipare a nuovi appalti. Per il cliente, ma anche per il fornitore d’opera, lavorare con un installatore e/o manutentore certificato rappresenta infatti un’ulteriore assicurazione dell’efficienza delle prestazioni, che permette di ottimizzare gli interventi di installazione e diminuire l’incidenza dei contenziosi.

DESTINATARI

La Norma UNI 11473-3 si rivolge a tutte le società di servizi e agli operatori del settore che hanno investito nel raggiungimento di elevate conoscenze, abilità e competenze e che intendono darne prova sul mercato. Mira altresì a offrire garanzie a tutte le organizzazioni che si avvalgono di personale per l’efficace installazione e/o manutenzione di porte e finestre resistenti al fuoco.

VANTAGGI

• Ottimizza gli interventi di installazione e/o manutenzione e la rispondenza alle specifiche di progetto
• Diminuisce l’incidenza di contenziosi
• Migliora la scelta dei prodotti e dei componenti aggiuntivi/accessori grazie alle conoscenze specifiche e mirate che garantiranno l’efficienza funzionale delle prestazioni in opera
• Aumenta la catena del valore degli interventi di efficientamento energetico (es. ECOBONUS)

ITER DI CERTIFICAZIONE

L’esame di certificazione si svolge in presenza di una commissione d’esame che non presenta conflitti d’interesse con i candidati e si compone come segue:
1. Prova scritta a domande con risposta chiusa: test a crocette
2. Prova orale
3. Prova pratica, con simulazioni di attività operative di installazione e/o manutenzione

È possibile accedere alla prova successiva solo dopo il superamento della precedente. L’esame è superato con il 60% in tutte le prove. La certificazione viene emessa a seguito della verifica della correttezza di tutti i documenti d’esame da parte di un deliberante che verificherà la correttezza e la completezza del processo e dei suoi contenuti.
Il processo di certificazione si conclude con l’emissione del Certificato (previa autorizzazione, il nominativo del candidato verrà inserito sui Registri di Q-AID e dell’ente di accreditamento ACCREDIA).
La validità della certificazione è soggetta a mantenimenti annuali durante i quali Q-AID verificherà la continuità lavorativa del professionista certificato.
Al termine della validità di 3 anni, il professionista certificato potrà decidere se rinnovare la propria certificazione tramite le stesse modalità di mantenimento e l’evidenza di partecipazione a corsi di formazione.

RIFERIMENTI NORMATIVI

• Norma UNI 11473-1: Porte e finestre apribili resistenti al fuoco: requisiti per l’erogazione del servizio di posa in opera e manutenzione
• Norma UNI 11473-2: Porte e finestre apribili resistenti al fuoco: requisiti dell’Organizzazione che eroga il servizio di posa in opera e manutenzione
• UNI 11473-3- Porte e finestre apribili resistenti al fuoco: requisiti di conoscenza, abilità e competenza dell’installatore e manutentore
• Decreto Ministeriale 10 Marzo 1998 – criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza sui luoghi di lavoro
• DLsg 81:2008 Testo unico sulla sicurezza e salute sui luoghi di lavoro
• Legge 14 gennaio 2013, n. 4 – Disposizioni in materia di professioni non organizzate