Please enable JS

Notizie

 

16/03/2020

Audit Q-Aid in remoto per emergenza sanitaria

In ottemperanza alle disposizioni emanate da ACCREDIA a seguito dell’emergenza sanitaria, le nostre attività di valutazione della conformità potranno essere condotte in remoto, anche per tutta la durata della verifica

Non si fermano le attività Q-Aid di valutazione della conformità; potranno infatti essere condotte in remoto (anche per tutta la durata della verifica), in ottemperanza alle disposizioni emanate a seguito dell’emergenza sanitaria da Coronavirus da ACCREDIA attraverso diverse circolari tecniche e informative.

Tali provvedimenti permetteranno ai clienti di proseguire le attività di certificazione secondo i programmi già definiti e a Q-Aid di svolgere con regolarità le visite per la continuità della validità dei certificati emessi, in fase di rinnovo, di sorveglianza o di emissione.

Per l’effettuazione di audit in remoto, saranno seguite le indicazioni del documento IAF MD04 - Use of Information and Communication Technology (ICT) for Auditing/Assessment Purposes.

In particolare per i sistemi di gestione ISO 9001ISO 14001 e ISO 45001:

a) Nei casi di verifica iniziale (o rinnovo) e negli altri casi in cui è necessaria una verifica diretta dei processi realizzativi on site (es: verifica presso un cantiere per il settore IAF 28 schema ISO 9001, sopralluogo in stabilimento per lo schema ISO 45001, verifica delle attività operative ambientali in sito per ISO 14001) è possibile condurre comunque parte della verifica in remoto e posticipare la restante parte di verifica on site di 6 mesi rispetto alla verifica svolta in remoto. Con l’effettuazione della verifica in remoto sarà però possibile per Q-Aid assumere già da subito una decisione sul certificato (es: rinnovo, rilascio della certificazione), sebbene la verifica sia stata parziale.

b) 1° sorveglianza: se nella precedente verifica di certificazione iniziale/rinnovo è stato verificato on site l’intero scopo di certificazione – con osservazione diretta dei processi realizzativi/operativi – per Q-Aid sarà possibile effettuare un audit da remoto con un focus sui processi gestionali e un campionamento documentale delle attività, rimandando alla successiva sorveglianza la verifica on site dei processi realizzativi.

c) 2° sorveglianza: la verifica in remoto di Q-Aid potrà essere effettuata se nella prima verifica di sorveglianza è stato verificato tutto lo scopo del certificato tramite osservazione diretta dei processi realizzativi/operativi.

d) In particolare per gli audit nel settore IAF28 dello schema ISO 9001 si può procedere con una verifica in remoto ottemperando a quanto previsto al Punto a), salvo la possibilità – come previsto al § 7.3. del Regolamento Tecnico RT-05, rev.02 – di applicare in caso di accertata assenza di cantieri attivi in Italia e all’estero e limitatamente a una sola possibilità nell’arco del triennio di validità del certificato, di effettuare comunque l’audit di sorveglianza nei tempi previsti, verificando i processi realizzativi mediante l’utilizzo di evidenze significative documentali che possano assicurare la funzionalità ed efficacia del SGQ. Si dovranno necessariamente campionare, in remoto, evidenze documentali di commesse chiuse e/o in corso.

Per tutti gli altri schemi e per qualsiasi richiesta di chiarimento vi invitiamo a rivolgervi agli uffici competenti di Q-Aid.

INDIETRO

Q-Aid in breve

Q-AID HOLDING attraverso una rete di società controllate fornisce alle aziende e ai professionisti servizi di certificazione di sistemi di gestione, di prodotto e delle competenze, ispezione e formazione professionale in svariati ambiti.
Grazie ad una organizzazione interna di alto profilo tecnico ed una rete di auditor, esaminatori, ispettori e formatori esperti e qualificati, Q-AID propone servizi trasparenti ed affidabili nel rispetto dell’etica professionale.

© 2020 Q-AID HOLDING S.r.l. All rights reserved.