Please enable JS

Certificazione Competenze
Esperti in gestione dell’Energia (E.G.E.)
UNI 11339

 

Esperti in gestione dell’Energia (E.G.E.)

Il D.lgs. n.102:2014, che recepisce la Direttiva UE 2012/27/UE sull’efficienza energetica, definisce gli obblighi relativi alla figura dell’EGE (Esperto in gestione dell’Energia).

La figura professionale del Tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia è stata introdotta per la prima volta dall’art. 22 della Legge 308/1982, successivamente abrogato dalla Legge 10/91 che ha reintrodotto tale figura nell’art 19.
Il D.lgs. 115/08 ha introdotto la figura dell’EGE come «soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente».
Nel 2009 è stata pubblicata la norma UNI 11339, che definisce i requisiti generali e le procedure per la qualificazione per la figura professionale di EGE che deve avere le capacità di coniugare conoscenze in campo energetico ed ambientale con competenze gestionali, economico-finanziarie e di comunicazione. La figura dell’EGE viene ampiamente richiamata nella norma UNI 11352 riguardante i requisiti delle E.S.Co. (Società che forniscono servizi energetici) come soggetto qualificato che se presente nell’organico della E.S.Co. ne garantisce la conformità alla norma.

Perché certificarsi UNI 11339

Per la figura professionale dell’Esperto in gestione dell’Energia, la certificazione di parte terza indipendente rappresenta sicuramente un valore aggiunto, in quanto ne verifica la reale conoscenza e competenza, così da garantire al mercato la qualifica del personale nei servizi erogati agli Utenti.
La certificazione dell’EGE è peraltro obbligatoria per la richiesta al GSE e la successiva gestione di certificati bianchi e per la conduzione delle diagnosi energetiche cogenti per grandi imprese e imprese energivore.

Destinatari

La figura dell’Esperto in gestione dell’Energia può essere orientata al Settore Civile e/o Industriale. L’EGE, deve possedere le competenze, derivanti dalla esperienza lavorativa, avendo svolto mansioni tecniche e/o manageriali nella gestione dell’energia (Energy Management).
In particolare, si considerano esperienze nel settore dell’energia:

  • ruoli tecnici o manageriali presso studi o società di consulenza
  • consulenze come libero professionista
  • redazione di studi di fattibilità
  • progettazione ed erogazione di docenze
  • gestione dei progetti
  • analisi dei rischi di progetto
  • diagnosi energetiche/audit energetico/analisi energetica
  • audit secondo ISO 19011 per sistemi di gestione dell’energia
  • analisi ed ottimizzazione dei sistemi energetici
  • conduzione e manutenzione impianti
  • supporto per la definizione e sottoscrizione di contratti di fornitura di energia
  • sviluppo e consulenza per la predisposizione e il mantenimento di sistemi di gestione dell’energia secondo UNI EN ISO 50001.

Tali esperienze devono essere riferite al settore richiesto (civile e/o industriale).

Vantaggi

  • Accedere a bandi e incentivi per i quali è prevista la figura dell’EGE certificato (es. Certificati Bianchi, Conto Termico, Bandi regionali per la promozione dell’efficienza energetica nelle PMI ecc.)
  • Incrementare in termini quantitativi e qualitativi l’offerta di servizi proposti nel settore Energy Management
  • Sottoporsi a un processo di acquisizione e verifica costante delle competenze, come garanzia per i propri clienti, dimostrando all’esterno una professionalità acquisita e mantenuta nel tempo
  • Entrare a fare parte della comunità professionale più attiva nel settore dell’energia e dell’efficienza energetica.

Iter di certificazione

Il candidato può richiedere la certificazione nei settori Civile e/o Industriale in base all’esperienza pregressa presentata in termini di prerequisiti di ammissione all’esame.
L’esame di certificazione si svolge in presenza di una commissione d’esame che non presenti conflitti d’interesse con i candidati e si compone come segue:

  1. Prova scritta a domande con risposta chiusa: test a crocette
  2. Prova scritta su casi studio: risposte aperte e calcoli
  3. Prova orale: quesiti tecnici e analisi delle criticità emerse nello scritto

possibile accedere alla prova successiva solo dopo il superamento della precedente. L’esame è superato con il 60% in tutte le prove.
La certificazione viene emessa a seguito della verifica della correttezza di tutti i documenti d’esame da parte di un deliberante che verificherà la correttezza e la completezza del processo e dei suoi contenuti.
Il processo di certificazione si conclude con l’emissione del Certificato (previa autorizzazione, il nominativo del candidato verrà inserito sui Registri di Q-AID e dell’ente di accreditamento ACCREDIA).
La validità della certificazione è soggetta a mantenimenti annuali durante i quali Q-AID verificherà la continuità lavorativa e l’aggiornamento professionale del professionista certificato.
Al termine dei 5 anni di validità, il professionista certificato potrà decidere se rinnovare la propria certificazione tramite le stesse modalità di mantenimento.

Riferimenti normativi

  • UNI 11339 - Esperti in gestione dell’energia - Requisiti generali per la certificazione;
  • Schema di certificazione e accreditamento ACCREDIA, per la conformità alla norma UNI 11339 per EGE redatta ai sensi dell’art 12, comma 1, del D.Lgs. n. 102:2014.

Q-Aid in breve

Q-AID HOLDING attraverso una rete di società controllate fornisce alle aziende e ai professionisti servizi di certificazione di sistemi di gestione, di prodotto e delle competenze, ispezione e formazione professionale in svariati ambiti.
Grazie ad una organizzazione interna di alto profilo tecnico ed una rete di auditor, esaminatori, ispettori e formatori esperti e qualificati, Q-AID propone servizi trasparenti ed affidabili nel rispetto dell’etica professionale.

© 2021 Q-AID HOLDING S.r.l. All rights reserved. Informativa privacy e cookie policy